Difendiamo un’azienda pubblica di qualità e vicina ai cittadini

Il PD di Novellara a difesa di un modello che ha assicurato una gestione corretta, equilibrata e rispettosa dell’ambiente.

Il quadro politico nazionale certamente non accredita i partiti di fronte all’opinione pubblica. La crisi della politica è evidente ed è evidente come sia essa lontana dai problemi delle persone.

Nonostante tutto però, soprattutto a livello locale, alcune buone prassi si mantengono nel tempo.

La corretta ed equilibrata gestione dei rifiuti ha contraddistinto il nostro territorio negli ultimi vent’anni ospitando una discarica che, da sempre, ha consentito regolari smaltimenti evitando nel tempo qualsiasi situazione di emergenza.

Questo risultato è frutto del binomio che vede coinvolti gli enti locali ed un apparato tecnico – societario che hanno collaborato in modo sinergico essendo appunto SABAR , completamente pubblica (gli attuali soci sono gli 8 comuni dell’Unione Bassa Reggiana) .

Secondo gli accordi pregressi la discarica di Novellara dovrà cessare nel 2015, periodo entro il quale si prevede di occupare tutta (o quasi) la volumetria disponibile.

Da tempo si attendeva un segnale da parte della provincia, relativamente al futuro di Sabar e del nostro territorio in merito alla gestione del ciclo provinciale dei rifiuti.

Il Partito Democratico di Novellara ha seguito attivamente e con interesse lo sviluppo e il concepimento del piano d’ambito di recente approvazione da parte dell’ATO (assemblea costituita dai rappresentanti dagli enti locali della provincia) che ha segnato un importante atto di indirizzo in ottica del prossimo PPGR (Piano Provinciale della gestione dei rifiuti).

Tali atti ci permettono di guardare al futuro con ottimismo essendo essi prevalentemente in linea con quanto auspicato dal partito Democratico novellarese già nei mesi scorsi quando ancora la provincia non si era espressa in merito a quanto sopra.

Così come presentato dall’assessore provinciale Mirko Tutino il piano d’ambito prevede il rispetto della data di cessazione della discarica per il 2015 prefigurando però per Sabar la possibilità di mantenere un ruolo comunque attivo nel ciclo di gestione dei rifiuti futuro.

La spinta sulla raccolta differenziata e la predisposizione di un’impiantistica maggiormente all’avanguardia, hanno consentito di ridisegnare il quadro di smaltimento dei rifiuti a livello provinciale prevedendo un ruolo sempre più ridimensionato per le discariche (tant’è che rimarrà solo quella di Poiatica), che sarà compensato in parte da un polo atto al “Trattamento” che si concretizzerà nel TMB di Gavassa e in parte da un polo atto al “Recupero” (trattamento carta, plastica e compostaggio verde ovvero sfalci e potature) che potrebbe appunto riguardare l’attuale area di Sabar .

Ciò permetterebbe di mantenere attivo l’impianto (e di conseguenza i posti di lavoro) , riconvertendolo su attività “alternative” rispetto all’attuale.

Riteniamo tale prospettiva degna di esser presa in considerazione ed esaminata in attesa degli atti definitivi futuri di competenza della provincia e della regione.

Come Partito Democratico di Novellara però rimarchiamo il nostro impegno nel far sì che la gestione di Sabar, qualora si confermi un ruolo attivo anche oltre il 2015, rimanga completamente pubblica e nel far si che, prima di qualsiasi decisione definitiva, vengano valutate rigorosamente variabili come l’impatto ambientale e la salute dei cittadini con i quali occorrerà avviare rapidamente un cammino di informazione e confronto.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...