Tutela dei servizi anche in tempi difficili

Un bilancio che anche con qualche sacrificio consente al comune di Novellara, in un periodo di difficoltà, di mantenere i servizi ai cittadini. Questa è l’opinione del Circolo di Novellara del Partito Democratico che riconosce l’impegno della Giunta, che ha operato scelte e tagli indispensabili al fine di non aggravare eccessivamente il peso fiscale sulle famiglie.

Il bilancio di previsione 2012 non è stato sicuramente un bilancio facile da redigere: la crisi economico e finanziaria che ha bruscamente ridimensionato la qualità della vita dei cittadini, le difficoltà del sistema produttivo hanno portato all’aumento di disoccupati e cassintegrati. Le misure del governo per evitare il default incidono pesantemente sui cittadini e sulle famiglie, provocando malessere e paura per l’incertezza del futuro. A tutto ciò vanno aggiunte le conseguenze del terremoto.

Alla fine, dopo un confronto tra le forze politiche della maggioranza, si è giunti alla rimodulazione del peso dell’Addizionale Com. Irpef (resa possibile dai tagli alla spesa corrente), introducendo criteri di progressività utilizzando scaglioni di reddito e mantenendo una soglia di esenzione fino a 10.000 € a tutela dei redditi più bassi. Discorso più complesso è quello dell’IMU, che in buona parte andrà allo Stato riducendo così ulteriormente l’autonomia dei Comuni. In tale scenario, sarebbe stato meglio incidere maggiormente sui grandi patrimoni immobiliari con una “patrimoniale”, come ha sempre sostenuto il PD. Si è comunque cercato di restare nella media delle aliquote dei paesi vicini, di non gravare eccessivamente sulle abitazioni principali, ma spingere maggiormente sulle seconde case (sfitte), introducendo anche detrazioni ed agevolazioni per la prima casa.

Dobbiamo essere tutti consapevoli che è indispensabile individuare ed investire in scelte prioritarie e strategiche per l’interesse della cittadinanza e del territorio. In particolare il gruppo dei consiglieri PD ribadisce quelle che dovrebbero essere le linee guida: il mantenimento dei servizi ai cittadini sino ad ora offerti, anche ottimizzando la gestione del personale, il deciso contenimento delle spese non prettamente indispensabili, l’equità sociale e redistribuzione del reddito, un deciso impegno nel segno della sobrietà, del rigore, della lotta all’evasione fiscale e della solidarietà territoriale che deve caratterizzare l’operato dell’amministrazione, un maggiore sforzo di comunicazione ai cittadini, soprattutto con incontri pubblici in presenza, in particolare relativamente ai nuovi meccanismi di fiscalità e di strutturazione del bilancio stesso, gli investimenti previsti, le tematiche ambientali, la conferma e la continuità degli impegni già presi in materia di politiche educative, che devono rappresentare impegni prioritari per garantire un futuro di qualità a tutta la popolazione, l’impegno nell’affrontare il tema del WELFARE in una società in continua evoluzione tra crescenti e nuovi bisogni, disagi e povertà; garantire politiche ambientali attente ad uno sviluppo sostenibile del territorio; l’impegno a risolvere la questione della viabilità legata alla Tangenziale.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...