Chi è Roberta Ibattici e cosa propone in sintesi

IbatticiClasse ‘70, cresciuta ad Albinea. A 23  anni, quando studiavo Scienze Politiche, sono partita come volontaria per l’ex Jugoslavia, dove da poco era scoppiato il conflitto. In breve diventa una scelta di vita, irrinunciabile, e poi un lavoro vero e proprio. Nel 94 sono a Tuzla per ICS su due progetti di emergenza con UNICEF a sostegno dell’infanzia. Fino al 2005 lavoro in Bosnia come responsabile di progetti nelle aree segnate dalla pulizia etnica. Do vita, assieme ad un’amica, a Vesta, associazione bosniaca che si occupa di cittadinanza attiva. Nel 2005 torno in Italia perché nel frattempo mio figlio, Julian, inizia la scuola. Dal 2009 lavoro come project manager in un azienda di Reggio, non più nel non-profit, ma sempre per la cooperazione internazionale.

Da elettrice di centro-sinistra, e prestatrice di braccia alle Feste de l’Unità, capisco che il mio impegno deve prendere una nuova direzione. Partecipo all’ultima Leopolda, apprezzo le idee e il metodo di Pippo Civati, e con un manipolo di reggiani lavoro da qualche anno per rendere queste idee realtà, guardando anche alle idee di Fabrizio Barca e Laura Puppato.

Perché mi candido?

Mi candido perché vorrei una forza di sinistra meno condizionata da abitudine e paura. Senza innovazione la tradizione diventa cosa morta.

Mi candido perché voglio un cambiamento del modo in cui si lavora dentro il partito, del grado di ascolto e coinvolgimento dei nostri elettori e iscritti.

Mi candido perché offrire candidati con profili veramente diversi è una forma di rispetto verso chi è chiamato a scegliere.

Porto le idee ed entusiasmo di persone che hanno lavorato con passione e dedizione negli ultimi anni e chiedo a chi ci sta di mettersi in gioco, per provare a fare qualcosa di diverso. Non basta una persona giusta. Ci vogliono tante persone giuste.

Valutate noi candidati con attenzione, valutate i curriculum e le competenze. Ma anche la credibilità di rappresentare una svolta.

Alcuni punti, in breve:

  • Ripartiamo dai circoli, per renderli luoghi vivi e di comunità, dando loro risorse.
  • Occupiamoci delle nostre Feste, con modelli alternativi, adatti ai giovani e chiudendo i bilanci in positivo.
  • Riduciamo ruoli e organi nel partito: più organizzazione e meno burocrazia, meno formalità più progettualità.
  • Rendiamo i segretari di circolo protagonisti della direzione, come membri con diritto di voto.
  • Interpelliamo più spesso iscritti ed elettori, per evitare lotte tra bande. Prevediamo referendum interni e consultazione dirette degli elettori, su beni comuni, scelte etiche, alleanze.
  • Pubblichiamo il bilancio del Partito e delle fondazioni e rendiamoli comprensibili. Quanti soldi, per che cosa, e con quali risultati.
  • Teniamo ferma la distinzione tra ruoli amministrativi e politici. Abbiamo bisogno che il Partito torni a fare il Partito. Con funzione di indirizzo e con una visione che vada oltre i cicli amministrativi.
  • Mettiamo le nomine nelle partecipate al vaglio di organi super partes, che certifichino la presenza di competenza e l’assenza di conflitti di interesse.
  • Continuiamo il percorso di ripubblicizzazione dell’acqua e promuoviamo iniziative ambiziose di riduzione e gestione dei rifiuti.
  • Poniamo uno stop al consumo di suolo, e indirizziamo gli investimenti alla riqualifica dei quartieri esistenti nella direzione della sostenibilità e della qualità della vita.
  • Per creare occupazione promuoviamo politiche che diano supporto strategico a quei settori economici che puntano sulla qualità: agricolo e enogastronomico, cultura e sapere, ospitalità e valorizzazione del territorio, cura della persona e rinnovabili. Scegliamo di essere il partito di chi produce, lavoratori e imprenditori.

Io non mi adeguo. Voglio un partito di innovazione, voglio un partito di cambiamento, voglio un partito di sinistra

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...