Congresso PD. Chi è Andrea Costa e cosa propone in sintesi

costa2Andrea Costa ha 36 anni, è sposato con Monica e in casa è in minoranza (due bimbe di 8 anni e 9 mesi). Fa il giornalista presso un importante quotidiano di Cremona e dal 2010 per il PD è sindaco  di Luzzara.

Liberi & riformisti: così, tra di noi, abbiamo scelto di chiamarci quando siamo partiti per questo congresso provinciale del PD. Abbiamo subito scoperto di essere in tanti: 423 firme in 36 ore raccolte tra gli iscritti (il 6% di tutti gli iscritti reggiani) per farci dire dalla base se il progetto era quello giusto, scegliendo fin da subito di dare la parola ai circoli e senza accontentarci di raccogliere a sostegno della candidatura le 30 firme di delegati necessarie. Giorno dopo giorno sentiamo crescere la stima e le aspettative nei confronti di questo progetto da parte di tanti democratici reggiani.

Liberi & Riformisti: liberi perché così siamo, senza avere qualche capitano lontano che ci sponsorizzi o ci comandi ma lieti di avere gente che ci appoggia che viene da tutti i territori e da tutte le cosiddette “componenti” del partito, dall’area Cuperlo a quella di Letta, a quella di Renzi, passando per quella di Civati. Una “libertà reggiana”, dunque, che speriamo di poter mettere al servizio di un partito che ha bisogno di unità.

Liberi & Riformisti: riformisti perché lo siamo davvero, convinti del bisogno di cambiare l’Italia e il Partito Democratico all’insegna della responsabilità, dell’uguaglianza, della serietà, di quei valori che troppe volte la storia e la società ci riconsegnano annacquati.

Liberi & riformisti sono quelli che hanno sofferto quando 101 mani anonime hanno affossato in un colpo solo Romano Prodi e Pier Luigi Bersani. Quelli che mettono il bene comune e i bisogni del Paese davanti a tutto, anche a se stessi, perché non si sentono indispen- sabili ma vogliono poter essere utili. Quelli che pensano che il PD non sia l’addizione di due tradizioni, ma la moltiplicazione delle idee. Quelli che credono in un bipolarismo all’europea compiuto, sinistra di qua, destra di la. Quelli che oggi sostengono e stimolano un Governo che ha la missione di salvare il Paese, anche se la compagnia non è semplice. Quelli che sono stati contenti quando Berlusconi è andato in minoranza tra i suoi al Senato. Quelli che pensano che il partito ed il paese siano di tutti e non di qualche nome e cognome. Men che meno il mio.

Andrea Costa  costasegretario@gmail.comhttp://www.costasegretario.it

facebook.com/andrea.costa.50951

Un estratto del programma da costasegretario.it:

(1.0) IL PARTITO DI TUTTI: segreteria a maggioranza femminile, “quote verdi” (30% degli organismi riservati a giovani under 30). Circoli protagonisti con nuovi coordinamenti di zona e Assemblea Federale dei segretari che abbia poteri decisionali. Risorse SOBRIETà: rinuncio ai “benefit” del segretario provinciale. Riordino del bilancio con nuovi metodi di autofinanziamento per campagne specifiche, come fanno Amnesty e Arci. Donazioni anche tramite SMS.

(1.6) DEMOCRATICI PROTAGONISTI E DIGITALI: un partito che si parla in rete ma che poi vuole vedersi in faccia. Casella di posta elettronica gratuita per tutti gli iscritti. Accesso a internet e formazione sui nuovi media in tutti i circoli del PD. Piattaforma di democrazia digitale certificata in cui gli iscritti possano proporre, decidere, incontrarsi: per un cloud party.

(1.9) Cinque borse di studio da mille euro l’una per cinque universitari, selezionati ogni anno che presentino al PD ricerche innovative sui temi amministrativi e sociopolitici del nostro territorio.

(2.0) ECONOMIA: CONTRO LA CRISI E VERSO IL LAVORO con un territorio più competitivo, pensiero strategico con sindacati e imprese. Lotta contro il digital divide. (2.4) Ambiente: stop consumo del suolo. Tariffazione puntuale per i rifiuti al posto della Tares. Acqua: più ne risparmi meno paghi.

(2.5) Cultura, scuola: indicatore “politico” di spesa per tutti i comuni. (2.6) Fisco. Reggio deve elaborare una proposta di sistema fiscale tale per cui non si pagano i tributi locali in base ai metri quadrati ma alla reale situazione economica.

(2.8) Governance: IREN e Fondazione Manodori più vicine a Reggio.

Trasparenza e qualità dei bilanci e delle nomine nelle partecipate.

Continua su costasegretario.it! Se vuoi aiutarci e partecipare alla costruzione del progetto e del pro-

gramma, puoi scrivere a costasegretario@gmail.com

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...